Venezia Areas

Click on images to enlarge

Cannaregio


Il quartiere di Cannaregio è il secondo della città per estensione ed è il più popolato del centro cittadino. Cuore della vita notturna veneziana, è animato da tanti locali per giovani ed è piacevole da scoprire a piedi. Cannaregio si sviluppa a nord del Canal Grande, dalla stazione ferroviaria ed è collegato al Quartiere di S.Croce e di Castello dai ponti degli Scalzi e della Costituzione. Cannaregio è il quartiere del ghetto di Venezia, tra le aree più suggestive ed intatte della città. Offre ai suoi visitatori una nutrita carrellata di palazzi storici e luoghi di interesse architettonico e religioso come lo splendido Palazzo Labia con gli affreschi di Tiepolo o l'edificio della Ca' d'Oro, capolavoro del gotico veneziano. Da segnalare Palazzo Mastelli e le Fondamenta degli Ormesini, mentre nei pressi del Teatro Malibran si trova la casa di Marco Polo. Tra le chiese, da non perdere quella di Santa Maria dei Miracoli con le caratteristiche immagini di sirene e quella della Madonna dell' Orto con i dipinti di Tintoretto.

Click on images to enlarge

Castello


Il quartiere di Castello è il più esteso di Venezia e sicuramente tra i più visitati della città. E’ una zona della città molto caratteristica e “veneziana” e non si può lasciare la città senza prima aver fatto una passeggiata fra le sue calli! Confina a nord-ovest con Cannaregio ed a sudovest con San Marco ed è l'unico dei quartieri veneziani a non affacciarsi sul Canal Grande. Percorrendo il quartiere si incontrano numerose chiese e palazzi: dalle chiese di Santa Maria Formosa, San Zaccaria fino alla Chiesa della Pietà e a San Giovanni in Bragora. Anche la passeggiata della Riva degli Schiavoni è ricca di interessanti testimonianze: il palazzo delle Prigioni Nuove, l'ex-Palazzo Dandolo, il Ponte della Ca' di Dio, fino alla chiesa di San Biagio ed al Museo Storico Navale. Nella parte orientale del quartiere si trova il famoso complesso monumentale dell’Arsenale, straordinario per il valore storico così come l'Isola di San Pietro, con l’omonima chiesa. Da notare all’interno del quartiere i giardini pubblici con gli spazi espositivi della Biennale sede della Esposizione d’Arte Internazionale di Venezia.

Click on images to enlarge

Dorsoduro


Dorsoduro è un quartiere pieno di vita e di luce, piacevole da vivere e da scoprire a piedi. Situato nella zona sud-ovest di Venezia, il quartiere confina a ovest con Santa Croce e a nord con San Polo ed è separato dal quartiere di San Marco solo dal Canal Grande che si attraversa grazie al Ponte dell'Accademia. Dalla bella passeggiata delle Zattere, dove sorgono Palazzo Giustinian e la chiesa dei Gesuati con gli affreschi di Tiepolo, si gode di una splendida vista sull'Isola della Giudecca e sulla vicina isola di San Giorgio. Partendo da ovest alla scoperta del quartiere si incontra la Stazione Marittima e l'ex convento di San Sebastiano, la cui chiesa ospita affreschi del Veronese, mentre poco più a nord vi è il bel Palazzo Cà Zenobio. Da notare una serie di edifici dal valore storico, dal Palazzo dell'Accademia, con le belle gallerie del Museo, Palazzo Gambara, Palazzo Stern, e la chiesa di San Barnaba, fino a Ca' Rezzonico, Ca' Foscari e l' incompiuto Palazzo Venier dei Leoni, sede della collezione Peggy Guggenheim.

Click on images to enlarge

L’isola di Giudecca


A sud del centro storico di Venezia, dal quale è separata dall'omonimo canale, sorge l'isola della Giudecca. In realtà la Giudecca è un insieme di piccole isole collegate da ponti, abitata, ma non frequentatissima dai turisti. Splendido il colpo d'occhio, dalla riva nord, sulle Zattere e la parte meridionale di Venezia. Alla Giudecca si accede necessariamente in vaporetto con approdo alle Zitelle, a Sant'Eufemia o alla Palanca, con traghetto dalle Zattere. Approdando a S.Eufemia si incontra la chiesa omonima con la caratteristica facciata bianca e il bell'edificio del Molino Stucky imponente costruzione industriale in stile neogotico. Nei dintorni vi sono interessanti edifici come la vecchia fabbrica di tessuti Mariano Fortuny, o architetture industriali abilmente riutilizzate e trasformate in abitazioni. La costruzione più rappresentativa della Giudecca è la chiesa Palladiana del Redentore, terminata nel 1592, che ospita splendide pitture del Veronese, Tintoretto e di quotati maestri del Rinascimento. Superato il Redentore incontriamo la Casa dei tre Oci, curioso edificio neogotico, seguito dal “Convento delle Zitelle”.

Click on images to enlarge

San Marco


San Marco è senza dubbio il quartiere più famoso e turistico della città, per la presenza della splendida Piazza San Marco e per l'elevata concentrazione di musei, opere d'arte e negozi caratteristici. Non il più esteso tra i quartieri veneziani, San Marco include anche la vicina isola di San Giorgio Maggiore. Il cuore di San Marco è l'omonima piazza, rinomata in tutto il mondo, ampia e circondata da magnifici edifici e caffè d'epoca. In Piazza San Marco c'è tutto un mondo da scoprire: dalla splendida Basilica al Palazzo Ducale, dal Museo Correr fino alla Torre dell'Orologio, che introduce il visitatore ad una delle zone più ricche e fiorenti dello shopping veneziano. Spostandoci da Piazza San Marco verso la Riva degli Schiavoni, dal Ponte della Paglia si gode di una splendida visuale del Ponte dei Sospiri con il vicino Palazzo delle Prigioni. La miglior visuale degli splendidi palazzi affacciati sul Canal Grande si ha certamente dalle imbarcazioni, ma i singoli edifici sono raggiungibili anche da strette calli. Da non perdere il celebre Teatro La Fenice, magnificamente ricostruito dopo l'incendio del 1996.

Click on images to enlarge

San Polo


Si tratta del quartiere più piccolo della città per estensione, ma ricco di monumenti interessanti e di pittoreschi scorci cittadini. Il quartiere di San Polo, situato nel cuore del centro di Venezia si affaccia sul Canal Grande e confina a nord-ovest con il quartiere di Santa Croce e a sud con Dorsoduro. Nonostante la modesta estensione San Polo è un quartiere piacevolissimo da percorrere a piedi. Gli amanti della buona cucina vi troveranno osterie e bacari in quantità, mentre nella zona di Rialto non bisogna perdersi il caratteristico mercato di pesce e verdura. A Rialto, da sempre cuore pulsante della vita commerciale di Venezia, sorge l'omonimo ponte, inaugurato nel 1591, che mette in collegamento San Polo con San Marco, e prima del ponte la Chiesa di San Giacometto di Rialto, la più antica di Venezia. Spingendoci verso l'interno del quartiere troviamo un gran numero di chiese, da San Cassiano, alla chiesa di San Polo con l'omonimo campo circondato da splendidi palazzi. Meritano una visita anche la Casa di Carlo Goldoni e la basilica francescana dei Frari, con dipinti di Tiziano e del Bellini.

Click on images to enlarge

Santa Croce


Relativamente piccolo e tranquillo, il quartiere di Santa Croce è una zona a minor afflusso turistico rispetto ai dintorni. L'atmosfera è quella caratteristica della Venezia più autentica, meno contaminata dal turismo di massa. Collegato con Cannaregio grazie al Ponte degli Scalzi e al nuovo ponte di Calatrava, il Quartiere confina a est con Dorsoduro e a nord con San Polo ed è occupato in parte dalla Stazione Marittima e da Piazzale Roma. Tra le numerose chiese di Santa Croce meritano una visita la Chiesa di San Nicolò di Tolentino, la chiesa di San Simeon Grande e la chiesa di San Zan Degolà, di origini molto antiche. L'edificio del Fondaco dei Turchi, originario del XIII secolo, ospita oggi il Museo di Storia Naturale, mentre ne bel Palazzo Mocenigo è ospitato il Museo del Tessuto e del Costume. Altri edifici di sicuro interesse nel quartiere sono Ca' Pesaro, sede del Museo di Arte Moderna e di una raccolta di Arte Orientale, ed il Palazzo Corner della Regina, oggi sede della collezione Prada.

Newsletter - Iscrizione alla Newsletter